VERSO LA VITA E ALTRE STORIE

aneofioridue

Questo lavoro è il prodotto di emozioni che per anni mi hanno portato quasi mai dove veramente sapevo. In quegli anni ho scritto di quelle robe; e quel che è peggio spedite! Nell’immediato, a me pareva tutto così chiaro: non era così. Me ne sono reso conto anche molto dopo. Anche anni dopo in più di qualche volta. Riprendevo lucidità man mano che l’emozione che mi aveva “dettato” un testo si temperava. C’é voluto il suo verso e il suo tempo. Ho usato e uso quel tempo verificando i testi. Quello che si legge oggi potrebbe non essere lo stesso domani appunto per questo. L’inghippo finirà quando finirò.

ali

ioinetàIn famiglia     Tratti – Ritratti – Autoritratti     “Sans toi ni loi” Qui si narra la sventura di un milite alla ventura

 

ali

carofuturo

Di Don Ciotti     L’amore ridotto per essere condotto     Dice il vescovo di Foligno     Ci sono Liberazioni e liberazioni     Non trovano più madonne


Sono un diverso     Diversità in_complete     Divide et impera     Non mi interessano i mi, i ma, i mo.     In un momento di stanchezza     Cronic Fadigue Sindrome     Quando la luna è rossa     Pedagogia “per Damasco”     Gayenna in rima – Spoglie


Posterò le lettere del giorno nel primo pomeriggio. Sono tratte da “Il Carteggio”. E’ collocato a fine pagina.

ali

VITA SI NASCE . NEL TUTTO SI DIVENTA . AL TUTTO SI TORNA. DAL TUTTO SI RITORNA

asepara

infinito

asepara

Osservando l’incompiuto ho intuito l’infinito

asepara

Vita è il principio che torna al suo principio     Il principio culturale e spirituale della vita    Il viaggio in breve

ali

Quando sente l’universo chi ama è un po’ perso

asepara

Nan – In riceve la visita di un professore universitario che vuole interrogarlo sullo Zen. Per prima cosa serve il te. Colma la tazza del suo ospite e poi continua a versare fino a che il professore vedendo traboccare il te non riesce più a trattenersi ed esclama: basta! Non c’entra più! Nan – in, risponde. Come questa tazza sei ricolmo delle tue opinioni e congetture. Come posso spiegarti lo Zen se prima non vuoti la tua tazza?

asepara

A distanza di anni

ali

Le promesse della vita sono nelle premesse

asepara

Vita è stato di infiniti stati. Si origina dalla corrispondenza di forza e di potenza

fra tutti ed in tutti i suoi stati. Al principio:

asepara

NATURA

triangolo

CULTURA                                                         SPIRITO

asepara

Per NATURA intendo il corpo della vita comunque effigiata

Per CULTURA intendo il pensiero della vita comunque concepito

Per SPIRITO intendo la forza della vita comunque agita.

La NATURA è la forma del BENE. La CULTURA è la forma del VERO.

Lo SPIRITO è la forma della forza naturale e vita della culturale

tanto quanto il Bene corrisponde al Vero

ali

Spirito è ciò che anima

asepara

aneolineaAnima è ciò che si anima. Ciò che si anima è vita.

Lo Spirito è l’anima della vita

Nella Natura

triangolo

la Cultura anima la vita                                  animata dalla forza

dello Spirito

ali

Lo Spirito è condizione di vita

ma non pone condizioni alla sua forza per non condizionare la vita

asepara

     Immagina lo Spirito     Pensandolo

ali

Il Principio della vita è genesi del numero di ogni vita

e genesi della vita di ogni numero

asepara

ilprincipio

asepara

In ogni stilla di universo è Capoverso

asepara

Immagina la vita

ali

Chi genera vita è padre di quanto originato

asepara

A maggior ragione, quindi, si può dire Padre chi l’ha generata al principio. Poiché ne ha generato l’evidente universalità, universale la sua paternità. Il Padre della vita è inimmaginabile, indefinibile, innominabile. L’affermazione non ferma il Credo. Riconosce, però, che fra il credere e il sapere vi è infinito divario. Su quel divario, solo la speranza può porsi come ponte ma la speranza è ragione della fede, non, ragione della conoscenza: ad ognuno i suoi bisogni.

asepara

Secondo Natura

triangolo

e/o secondo Cultura                                             e/o secondo Spirito

le vie generate dalla Vita

generano e rigenerano sè stesse per infinite vie

asepara

Il Padre è quello che è

Secondo bisogni personali e storici

ali

La vita è permessa dall’Amore

permesso dalla Comunione, permessa dalla Fede, che permette la Vita, permessa dall’Amore.

L’amore è detto dallo stato della corrispondenza normata dallo stato della comunione fra i suoi trinitario_ unitari stati. 

Chi pone l’amore prima della verità ama ciò che sente prima di ciò che sa. Chi ama ciò che sente prima di ciò che sa è principiato dalla passione

ali

La passione ascolta sé stessa. L’amore ascolta la vita.

Dove per mancanza d’amore non vi è comunione fra stati vi è errore e/o dolore tanto quanto non vi è comunione. In assenza di ogni genere di comunione (o legame, o patto, o alleanza) non vi sarebbe cellula ad altra prossima, né vita ad altri e/o altro prossima.

asepara

lamoree

ali

Per mezzo della comunione detta dall’amore

ognuno partecipa all’alleanza fra vita e vita (o elevando il pensiero fra vita e Vita)

per quello che secondo Natura è

triangolo

per quello che                                              per quello che

secondo Cultura sa                                   secondo Spirito sente

ali

In quello che sente

asepara

ognuno sta nello spirito che può

Può diversamente solo gravando la sua Natura

triangolo

difficoltando la sua Cultura                   esaltando o deprimendo

il suo Spirito

ali

la parola

ali

Tenendo presente quello che siamo

asepara

secondo Natura

triangolo

sappiamo                                                          sentiamo

secondo Cultura                                                secondo Spirito

Sapendo che la Pace nello Spirito è luogo di Giustizia

perché Pace è cessazione del Dissidio e quindi segno di Verità

asepara

aneolineaognuno trovi sé stesso

ali

Voluti da ogni genere società

asepara

il Principato e la Religione hanno sovrapposto sulla vita una babele di laceranti versioni. Quale la vera? Non lo so, ma se ammettiamo che i principi del Principio siano

asepara

il Bene per la Natura

triangolo

il Vero  per la Cultura                                  Il Giusto per lo Spirito

dove c’è Dolore non può esserci Verità: punto.

ali

Autore e opera

asepara

VitalianoVitaliano_”perDamasco”_Vitaliano

“Per Damasco” chi?       Il percorso     La conoscenza     Cosa sto combinando?!     Giusto per intenderci     La Gru è considerata     Lo scopo di questo lavoro    A proposito di questa strada      E mo’!?   In Svezia per uno sproposito

Le Favole “per Damasco”     Impatti di verità . Aforismi     In  Calliope     I Fiori Sovrani    La Drita: consigliera preferita.     La filosofia del toni     Gayenna: memorie di un tardo adolescente

ali

 

LA MORALE DELLA FOLA

ali

Devo queste immagini a…

devoa

ali

Ulteriormente ringrazio

aneofioridue