Esiste veramente lo Spirito?

Lo Spirito è la forza della vita. Direi quindi che esiste dove vi è vita, e che della vita che fa esistere, esiste come corpo. Di per sé, esiste come il concetto primo che ha dato vita al concetto primo che le religioni riconoscono come Dio e che io riconosco come Principio o come forza, potenza o sinonimi. Dello Spirito quindi si può anche dire che è la potenza prima. Dove non lo si ammette come Spirito nel senso fideistico che gli abbiamo dato, lo si può ammettere come la potenza che tutto origina e tutto pervade. Non vi è stato della vita che non possieda il suo stato di potenza. Comunque religiosa o comunque atea, dove non lo conferma una conoscenza lo conferma la Scienza. Se ammettiamo che lo Spirito sia la potenza che tutto origina e tutto pervade, dobbiamo anche ammettere che nello stato naturale della vita, l’opera della sua forza non conosce confini. Ciò vale, solamente per questo stato della vita? Potrebbe essere, come potremmo essere noi, gli impossibilitati a vedere oltre i nostri confini. Ciò che non possiamo vedere, però, possiamo sentire, tanto quanto poniamo, al confine, lo spirito che siamo. Badino i comunque mistici, e/o comunque fondamentalisti: chi resta al Confine perde i suoi confini! Pur avendo toccato il Confine (comunque l’abbiano potuto) non si perdono quelli che vivono i propri.