Com’eto passà el Nadale?

Cara Drita: com’eto passà el Nadale?

ladritaCaro el me Gioele! Lo’ passà, come la cana che se china soto la piena! Quando sarò de la’, trovarò ben chi gà inventà ste feste! Te giuro sul me Toni, che tasarò, solo quando no gavarò più sugo nei limoni! No, seto, parché so contro la felicità de la gente, ma parché no le xonta gnente a chi ghe na’, mentre le tole core a quei fora dal marcà! Eco! Le’ la gioia a comando che no me piase de sto’ mondo! Pensa: par tuto l’anno scarpioni, ma ne le Feste tuti boni! Da sto’ periodo malcunà me salva le parole del povero Fulgensio: trova la festa nel to silensio.