Amo e pensaria anche amato

Cara Drita: amo, e pensaria anche amato ma la me dona la dise che sono poco dotato.

ladritaCaro fiol, se a la to dona no ghe basta la to onda, che la vaga a stracassarse da n’altra sponda, ma, ti, se la to passion l’è un frutto amaro, cossa spetito a butarlo sul loamaro? Certo l’è, che sel me Toni me disesse che gò le labbra poco spesse, o le tete fin par tera, l’avaria mandà a cagar da mane a sera, invesse, con un po’ de fantasia, (e usando i me limoni), come a ventani, femo ancora i coioni.