Amor ch’a nullo amato

“Amor ch’a nullo amato amar perdona. Mi prese del costui piacer sì forte, che come vedi, ancor non m’abbandona.”

.

Fra i significati detti aggiungo la mia: amore, che per nulla ho amato, amar perdona. Nell’amare  quelli che non mi hanno amato (perdoni l’amore) non si sa le volte che ho usato la lente per ingrandire e la gomma per cancellare; ed è stata la mia Commedia. Malgrado il soggetto e/o la qualità di quanto mi tornava, é anche vero che ne ho ricavato di che vivere, e la vita, indipendentemente dal soggetto motivante “… é un piacer sì forte che come vedi, ancor non m’abbandona.”

Datata Ottobre 2007 –  Chiarita e migliorata nell’Aprile 2020