La morale della fola

dice che si resta di legno, sino a che, cattivo segno, copre la parola.

(Parola, è l’emozione della vita che dice sé stessa)