Non sono farina da ostie

Non sono farina da fare ostie, e quando Patrizia mi ha allontanato dalla sua corrispondenza perché assomigliavo ad un Amico che l’aveva disgustata gliene ho dette quattro! Ma, il tempo è galantuomo e Patrizia ha ragione! Ha ragione verso quella persona, però, non verso di me! Ora, a mia volta provo verso di Quella lo stesso disgusto che prova Patrizia! Capisco che un disgusto possa orbare un giudizio, ma, serenamente, non capisco, dove stia somiglianza, fra me e Quello. Questo, non per dire chi sia il migliore, ma solo per dire la diversa identità di vita ed il ben diverso modo di rapportarsi con gli altri! Se fossi anche lontanamente eguale a Quello non avrei scritto, nel mio profilo, le mie scomode verità, ma per l’amicizia lunga io sono per i patti chiari. Per questo sono stato me stesso, anche dove non richiesto, anche dove non necessario. Ovviamente, per il disgusto che provo anche al solo pensiero, non collocherò alcun mio scritto sul Blog di Quello, e se commenti farà su di me, (vuoi positivi, vuoi negativi), li considererò estremamente falsi! Liberi i presenti di pensare ed agire, come capiscono, sanno, credono, o vogliono. Siccome non cerco approvazioni, e le disapprovazioni sull’argomento non mi toccano, credo superfluo ogni commento.

Faccenda da Blog.it