Quando fissa la ragione

ogni potere è droga.

Sino a che non ci decideremo ad estirpare le piantagioni del potere,* rifiutandoci di concedere loro ogni delega a priori, non solo non ci potremo dire solamente vittime, ma renderemo vittima anche il futuro di chi non è in grado di scegliere il suo presente.

* Principato e Religione, secondo padre Aldo Bergamaschi, Ordinario di Scienza dell’Educazione all’Università di Verona.

Luglio 2006