Manifestazioni

Avevo visto l’immagine che dico sul fondo della tazza dove avevo appena bevuto un caffè: rappresentava un anziano. Non sono in grado di sapere chi sia stato. Posso solo crederlo per via di altre supposizioni.

apenna

La manifestazione di uno spirito su questo piano della vita necessariamente dimostra il ritorno della sua forza. Può anche dimostrare che non l’ha lasciato. Oppure, che si manifesta o no in ragione di infinite ragioni o casi. Quell’immagine era a capo chino, come sta chino anche il capo di un dolente. Ne conseguirebbe dolente quella che è tornata. Se lo è, allora, necessariamente, è una entità separata dal Principio della Vita, tanto quanto è dolente. Se è lontana dal Principio della Vita tanto quanto è dolente, ciò significa che gli è avversa? Certamente no. Se è volta alla ricerca del Bene, per quanto lontana dal quel Principio, comunque (secondo lo stato del proprio stato é figura di bene: al più, in errore. Possiamo dire che una figura è di male solamente se sappiamo con certezza che si è spiritualmente collocata in quello stato. Della certezza, però, in quell’ambito non abbiamo alcun possesso.