Eros e giusta mercede

aliMi sorpassa in bici un giovane arabesco. Mi presenta un retro pressoché scoperto. Non posso non notarlo. Il giovane si gira come se avesse previsto l’occhiata. Mi guarda e ride. Rido anch’io. Eros compensa i compagni.