“per Damasco” come?

acapoverso“per Damasco” è il prodotto di un’emozione che per anni m’ha portato quasi mai dove sapevo. Al momento di dargli parola, infatti, mi agiva con una potenza raramente gestibile! Diventava gestibile quando si attenuava. Ad attenuazione avvenuta mi capitò di non riconoscere più quello che avevo scritto; non in tutti i casi, per fortuna, ma certamente in troppi. Da anni sto compiendo le necessarie verifiche: finiranno quando finirò. Nel frattempo si consideri originale e “ultimato” solo il lavoro in Rete.

amezzosepara