Per quale grazia?

Mi domando per quale grazia ci sono di quelli che si appropriano della vita degli altri, e quella raccontano come propria. Non dubito sul loro riuscirci. Solo mi domando: quando si guardano allo specchio, per quale grazia riescono a non sentirsi miserabili?