Gironi postali

Come orario la storia che racconto va da circa le undici a quasi l’una. Devo pagare un bollettino alle poste di s. Zeno. Io sono anziano, ho problemi di cuore e la giornata è particolarmente calda: fatico a respirare. Prima di me una decina di persone. Sarà anche per la mia situazione fisica ma trovo […]

Read More Gironi postali

In articulo mortis

Al capezzale dell’Ammalato che sa terminale già alla diagnosi, la Medicina cura il curabile, agisce il possibile, rifiuta l’impossibile. Lo rifiuta per più motivi. In prevalenza: *) Perchè la Medicina non accetta che la Malattia prevalga sulle sue conoscenze; * Perché non accetta l’altrui dolore tanto quanto non accetta di sentirsi impotente; *) Perchè sta […]

Read More In articulo mortis

Poesia: parola e verbo.

Avevo letto, da qualche parte (concordando) che poesia è profezia. Vuoi perché un poeta reca nuova parola, (nel senso di nuove emozioni) vuoi perché reca nuovo verbo: nel senso di ambasciare nuovi principi. Naturalmente, (almeno a mio avviso) Poesia è massima Dea: ma non sempre è massima “messa”, e messe, quella che un poeta eleva, […]

Read More Poesia: parola e verbo.

Hai presente il mercurio?

Caro Francesco: hai presente il mercurio che più tenti di prenderlo e più si divide? Vedo così anche l’impulso pedofilo che sta facendo beccheggiare la tua barca anche pericolosamente. Vedo anche che stai tentando di salvare capra e cavoli ma senza riuscirci quanto vorresti. Diversamente da te, posso dire quello che voglio e fare quello […]

Read More Hai presente il mercurio?

Madri: Donne o Femmine?

Hai presente un caleidoscopio? Da piccoli, quando lo ero io, perlomeno, lo si faceva mettendo della stagnola colorata fra due vetri. Poi si inseriva i due vetri all’interno di un cartone a tubo. Girando quel cannocchiale si componevano delle forme e ci si divertiva ad interpretarle. Anche di una identità si può dire che è […]

Read More Madri: Donne o Femmine?

I ventricoli della carità

Anche il cuore della carità ha due ventricoli: quello dell’accoglienza che è della Donna, e quello della determinazione che è dell’Uomo. Quello dell’accoglienza l’hanno agito le due Volontarie che ti hanno ascoltato. Non ti ho detto il mio, perché, ho sentito che avevi più bisogno di essere accolta, che determinata. Lascio la mia voce, allora, […]

Read More I ventricoli della carità

Come imbambolati

Come imbambolati (temo già prima del “fumo”) gli estimatori delle droghe sono usi a rimuovere il fatto che anche l’acquisto della pur leggera “canna” è concorso di colpa nei vari generi di delitto contro al Persona. Le campagne contro la tossicodipendenza, quindi, dovrebbero fare in modo di arginare quella rimozione, richiamando il consumatore (ma non […]

Read More Come imbambolati

Ah, l’amore che cos’è!

L’amore! Se ne parla da quando abbiamo la parola. Cosa non abbiamo detto ancora! Eppure, non abbastanza se ci ritroviamo a non distinguere quando è culla e quando è carcere. Non dovrebbe essere così difficile! E’ culla quando non toglie nulla alla vita che si ama, mentre, è carcere, quando la vita “amata” si trova […]

Read More Ah, l’amore che cos’è!

Media a scoppio delegato

Serra dice che le scritte murali e le minacce epistolari rivolte al Bagnasco hanno avuto sui media, un rilievo maggiore alle molto più serie rivolte al Cofferati. Serra ne deduce (credo anche ironicamente) che fare il vescovo in Italia è più importante che fare il sindaco. Può essere, ma cosa ha impedito ai media di […]

Read More Media a scoppio delegato

Nella corrispondenza fra Blogger

Nella corrispondenza fra Blogger, capita che un’affermazione pacifica venga intesa come contundente. Succede perché sentiamo solamente le emozioni che, noi, diamo alle parole che riceviamo. L’impossibilità a sentire le emozioni del corrispondente ci obbliga ad interpretarle. L’interpretazione, può risultare anche non condivisa perché filtrata da soggettivi stati d’animo. Al che, i possibili guai! Certamente non […]

Read More Nella corrispondenza fra Blogger

Cortese Babilonia

L’istituzione romana della chiesa cattolica italiana continua a valutare il Finocchio per come usa il sedere anziché per come usa la vita. A meravigliarmi, però, non è l’opinione di questa chiesa, ma quella dei Finocchi che nonostante tutto vogliono aderirvi. Cosa cerca questa gente in questa chiesa? Se cerca la Parola, è più che evidente […]

Read More Cortese Babilonia

Dice il Papa

“Non reddito per tutti ma lavoro per tutti” Caro Francesco: bagnata nell’Arno dell’umana realtà, quest’idea non può risultare che un velleitario pour parler. Ha valore mediatico perché, detta da te, fa girar di più le rotative. Nessun santo proposito, infatti, è mai riuscito a trasformare l’ambizione con denti da carnivoro che è della voglia di […]

Read More Dice il Papa

Quanti sassi in Gerusalemme

Ci sono stato via web. Prima di leggere quanto ti racconto ti ricordo che nella stesura delle lettere sono come un cieco in un labirinto. Dagli e ridagli prima o poi finisco il giro ma non chiedermi come perché non ci vedo. Nonostante gli abbigliamenti religiosi e militari con mitra, l’ho trovata più araba che […]

Read More Quanti sassi in Gerusalemme

Metti che nel tuo giardino

Metti che nel tuo giardino sia spuntata una pianta felice ai tuoi occhi. Ebbene, quella pianta è il caso che la vita ha posto fra i tuoi piedi, ma non è tua, in alcun modo, maniera, ironica proprietà, ecc, ecc. Non vorrei sembrarti un esaltato mentre te lo dico, ma, mi considero proprietà della Vita, […]

Read More Metti che nel tuo giardino

Siamo due stronze? Si e no.

Mio caro: l’atteggiamento che hai avuto con tua madre stamattina mi ha irritato. Passerei oltre se ti vedessi ancora bambino. Vedendoti prossimo uomo, non posso. Ogni volta ha dovuto pagare delle salate bollette, per anni, tuo padre si è sempre chiesto cosa avevamo di tanto importante da dirci, tua madre ed io. Meno male che […]

Read More Siamo due stronze? Si e no.

Caro Grillo

Ti pregherei di considerare l’idea che ti mando: può rendere il movimento molto più duttile. Immagino il Movimento come il concetto di camicia e i grillini come indossatori. Ora, nessun grillino è contrario alla camicia ma non tutti gli indossatori hanno lo stesso petto! Da questo, il rifiuto di indossare le misure non adatte. Inevitabili […]

Read More Caro Grillo

Li trovo in ambiti deserti

Carissima: trovo i miei arabi in ambiti deserti. Non tanto perché senza case quanto perché senza cose. E, non, sai, che loro siano incapaci di averne, di cose, ma perché impediti dalle loro “case”. Così, ci vado io. Naturalmente, non ci resto. Loro invece ci restano. Non più come prima, però. No. Non preparo kebab […]

Read More Li trovo in ambiti deserti

Nonostante le lacrime

E’ venerdì: le abitudini chiamano. Le seguo. Comincio il giro delle cappelle: S. Zeno rione, le Rigaste, la Bra, via xx Settembre, Porta Vescovo. Da Porta Vescovo torno alla Bra. Dalla piazza vado verso la stazione. Davanti la stazione una chiesa e davanti la chiesa la panchina di marmo dove solitamente mi siedo per fumarmi […]

Read More Nonostante le lacrime

All’Amministratrice

Questa mattina, in data (02/1219) nell’appartamento n° 7 hanno iniziato un lavoro sul muro dove dalla mia parte ho il contatore del gas, la caldaia, e le tubature dell’acqua. L’hanno fatto con il martello pneumatico. Dopo più di un oretta di continuo martellamento (hanno iniziato verso le nove e hanno finito oltre le 11) sono […]

Read More All’Amministratrice

La vita espone e propone

Accetto di corrispondere con Nata84. Apro la schermata de: ilfarodeladozione.blogs.it. Leggo il titolo, “la Ruota degli Esposti: storie di casa mia.” Come per certi personaggi della fantascienza, da quel punto sono altrove. Sento un colpo metallico. Sembra il suono che fanno i distributori di diapositive. Clac! Due madri e tre padri. La madre naturale e […]

Read More La vita espone e propone

Domande prima del Tutto

Quando l’Amato m’ha chiesto cosa succederà, dopo, mi sono ritrovato con la mente assolutamente vuota, eppure, avevo letto centinaia di libri. Dove i libri hanno mancato la loro funzione, ancora una volta non l’ha mancata il cuore; e il cuore m’ha suggerito la risposta: non so cosa succederà dopo. Pensa solo che ti amo. All’epoca, […]

Read More Domande prima del Tutto

Fede

“Quando scrivi, Dio non può generare nulla che non sia a Sua immagine, io mi chiedo smarrito da dove ricavi la sicurezza che dimostri. Come sai il mio Dio è (quasi buddisticamente) il Nulla. Sarà una teoria altrettanto avventurosa della tua, ma mi induce a ritenere blasfemo nei fatti, se non nelle intenzioni, che parla […]

Read More Fede

Lo specchio Zen: a Simone.

Questa mattina sono andato in una libreria. Sul banco delle cianfrusaglia a prezzo ridotto, mi cade l’occhio su di un titolo: Lo Zen e gli uccelli rapaci di Thomas Merton. Molti anni fa, di Merton (un mistico cattolico) avevo letto La Montagna delle sette balze. Di quella Montagna mi era mancato il fiato già alla […]

Read More Lo specchio Zen: a Simone.

Tolto il cattolicesimo

“Ti concedo volentieri che la tua teologia è meno folle di quella cristiana, comunque a me questa disinvoltura imbarazza egualmente.” Si, posso capire il tuo imbarazzo. Non tanto perché meno folle di quella cristiana (senza alcuna ironia ti ringrazio delle definizione) ma perché indubbiamente meno folle di quella paolino – cattolica. Ricorda, però, che io […]

Read More Tolto il cattolicesimo

Onori, timori, oneri.

Non è il tempo che mi manca. Come occuparlo? Cercando sesso? Che palle! Giocando a carte? Troppo stress. A bocce? Ho già i piedi rovinati di mio. Ginnastica? Preferisco mangiare di meno piuttosto che faticare per smaltire il di più. Gare di ballo? Con le Cenerentole in pensione? Non mi ci vedo proprio. Andando a […]

Read More Onori, timori, oneri.

La nostra Commedia

Mi hai costruito monumenti. Costituito ordinamenti. Detto sui monti. Fissato sui dipinti. Offerto, morti. Il tutto, nei percome che dichiari a mio nome! Che ne sai di me, tu, nato dalla terra ma frutto della tua serra? Che ne sai del mio nome, tu, cincischio di vocali dai rami disceso forse solo per il peso! […]

Read More La nostra Commedia

Sono stato Nené

Terminata la lettura di una zeffirellata su Cristo mi sono fatto degli spaghetti olio aglio peperoncino e ho aperto un Camilleri d’annata: Pensione Eva. (6 euro spesi benissimo!) “Fu canticchia prima dei suoi dodici anni che Nenè finalmente capì quello che capitava dintra alla pensione Eva fra i mascoli grandi che la frequentavano e le […]

Read More Sono stato Nené

Israele o Palestina?

Mi domando perché sono lacerato fra Israele e Palestina. Certamente perché c’è il fattore di crescita cristiano. Di questo fattore, Israele è stato culla culturale e spirituale. Palestina, invece, una culla geografica. Al sentimento del bambino che sono stato e che per certi versi ancora rimango, Palestina, era il nome di un luogo immaginato, il […]

Read More Israele o Palestina?

A Capodanno un asteroide

Sentimentalmente e sessualmente parlando, bene o male, o tanto o poco, sono sempre stato un gravitante. La notte dello scorso Capodanno, però, uno scontro con un asteroide m’ha divelto da l’orbita; e non riesco più a tornarci. O, meglio, lo potrei per ragione, ma, anche a botto passato, non lo posso per emozione. In attesa […]

Read More A Capodanno un asteroide

Il lavoro nobilita l’uomo?

(Per conoscenza: Direzione… (è fallita) – In oggetto: situazione sul lavoro che sfugge alle possibilità operative del vostro Ispettore e richiesta d’intervento della Direzione.) Non volermene se mando questo scritto anche alla Direzione, ma visto che non hai tempo per leggere quanto ti dico sul lavoro, e visto che il Cretino ci si “pulisce il […]

Read More Il lavoro nobilita l’uomo?

Ed è stato un botto!

Stavo collocando diversamente le categorie e i tag quando ancora una volta ho ritrovato questo bellissimo commento (e/o citazione) di Luisa Ruggio: ed è stato un lampo. Una visione di tessere. “Uomini senza fede hanno avuto comunque bisogno di immensità al limite delle loro risorse, nell’azzardo provvisorio della natura umana che lascia qualcosa di inesaudito. […]

Read More Ed è stato un botto!

Reincarnazione

Spedita al Dalai Lama Reincarnazione: ritorno di uno spirito nello Spirito, o ritorno di uno spirito ancora suo spirito? Dipende dallo stato di spirito di uno spirito. Gioco di parole, mi si dirà: mica tanto. Spirito è ciò che anima. Anima è ciò che si anima. Ciò che si anima è vita.  Lo Spirito è […]

Read More Reincarnazione

Tanto o poco

Tanto o poco, giustificanti o meno, coscienti o no che si sia, come per tutti sono agito e agisco due realtà: l’ideale e la reale. Si può dire una senza dire l’altra? A mio avviso, no, o lo si può solo ammettendo che la giustizia pesa con un piatto solo. La giustizia con un piatto […]

Read More Tanto o poco

Filo guida e badili

“Il filo guida non sempre si trova, a volte serve un ‘introspezione profonda perciò ci sentiamo abbandonati al destino: pensiamo di non farcela…” Quando pensiamo di non farcela, perché anziché sentirsi abbandonati al destino non ci domandiamo se non stiamo scavando troppo nella nostra profondità e quindi nel nostro destino? Un esempio per semplificare: se […]

Read More Filo guida e badili

Quel pugno di neve

Fermandosi che sta, la valanga delle emozioni, mi domando che fine ha fatto, e che cos’è diventato il pugno di neve che l’ha iniziata? All’inizio pensavo di saperlo. Nel tutto che è rientrata la parte di quel pugno, ora non lo so più! Certamente posso raccontare fatti e storie.  Ben sapendo, però, che quel pugno […]

Read More Quel pugno di neve

L’avvertenza che segue

Non mi considero così importante da render necessaria l’avvertenza che segue. M’ha costretto a farla più di qualche possibilità: al momento in ipotesi. Non ho legittimato nessuno ad operare in mia vece: sia come autore che come pseudonimo. Non ho mai aderito e mai aderirò a nessun genere di chiese, gruppi, o sette comunque religiose […]

Read More L’avvertenza che segue

Le storie no

Quando ho iniziato a vivere la mia storia sessuale, non c’era piattola nel giro di chilometri che non prendessi. Succedeva anche con gli uomini_piattola: destini.  Rimorchio un soggetto. Amante di rara nullità, culturalmente insulso, scolasticamente infantile, balengo e bellissimo. A me non piacciono i belli. Quello però, era di una bellezza che direi mobile, come […]

Read More Le storie no

Per similarità?

Sarà anche perché si conosce meglio il proprio simile, ma uno psichiatra ebbe a dirmi: sei pazzo! La definizione era detta con simpatia e l’intenzione non offensiva; è che cercando di definire una personalità estranea ai suoi schemi esistenziali e alla sua conoscenza, non gli era rimasto che il mestiere. La definizione del medico (avevo […]

Read More Per similarità?

La filosofia del Toni

El mondo perde la capa quando metà la core e metà la scapa Quando proprio no la vol andare, smetila de frenare. L’amor l’è la nostra caramela. I tempi ghe cambia la carta, ma la roba l’è sempre quela. No ghe tocio che no tenta, la so feta de polenta. La furbissia sta all’inteligensa, come […]

Read More La filosofia del Toni

Cronic Fadigue Sindrome

Con Flebile Spirito Che Fatica Sopravvivere L’Istituto superiore della Sanità, incarica il Gruppo “C” di Verona, di studiare un malattia che deprime la vita pur non ledendo il corpo. Non vedo cosa ci sia di nuovo – mi dico. Sono cose che succedono, quando un insieme di fattori ammalano la forza della vita: lo spirito. […]

Read More Cronic Fadigue Sindrome

Esaltazione e allucinazione

Mentre Cultura è il magazzino delle informazioni, intelligenza è la capacità di elaborare l’immagazzinato in virtù del discernimento. Si è intelligenti, pertanto, non per ciò che si sa, ma per quanto si sa discernere su ciò che si sa. Siccome ognuno ha ed è lo stato culturale dato dal proprio discernimento, va da se che […]

Read More Esaltazione e allucinazione

Occhio signora!

Un amico ha aperto una gelateria in una strada dietro l’Arena. L’hanno resa maggiormente pedonabile eliminando lo scalino fra strada e marciapiede. Si potrebbe dire, pertanto, che è tutta strada, o che è tutta marciapiede. L’amico ne approfitta e fuori dalla porta ci mette una panchina di plastica. Arrivo in gelateria con sulle spalle una […]

Read More Occhio signora!

Leggo da più parti

Caro Francesco: leggo da più parti che sei seguito come persona ma meno dai fedeli. La faccenda non mi meraviglia più di tanto. Stai pian piano cancellando, infatti, la linea di demarcazione fra buoni e cattivi. Da un lato, quindi, preoccupi i potentati che ti reggono la sedia, e dall’altro, confondendo quelli che non capiscono […]

Read More Leggo da più parti

Capra e Cavoli

Caro Francesco: da più parti ti segnalano che la Capra pedofila ti sta mangiando i Cavoli che non riesci a tener chiaramente protetti. Mi sto domandando perché oggi ci riesce di più, e cosa una volta riusciva a trattenere meglio il suo appetito. Tanto o poco, tutti agiamo (e siamo agiti) da due tensioni: l’ideale […]

Read More Capra e Cavoli

Chi é più imbecille?

E’ una vita che si canta “l’è un bravo ragasso peccato che sia culaton” con toni da dispiaciuta ma inevitabile bocciatura dei maestri in eterosessualità. Lo cantano anche gli stessi interessati quando vogliono assolversi con una risata da un anonimo disprezzo verso se stessi. Sono gli stessi che danno della “passiva” allo sconosciuto gay che […]

Read More Chi é più imbecille?

Ad un signore dei 5Stelle

Cortese signore: lei ha la mia simpatia e la mia stima, quindi, chi le scrive non le è avverso. Le scrivo, solo perché sento il bisogno di comunicarle quanto hanno mosso, in me, le sue prese di posizione a proposito del pericolo di mutazione dei pentastellati. Li vorrebbe com’erano al principio della strada ma, panta […]

Read More Ad un signore dei 5Stelle

Da subito dopo

Quanto sa di sale… Da subito dopo le festività natalizie, il servizio che avevo generalmente trovato superiore alle mie aspettative, è andato via via scadendo. Non è bello pensar male diceva l’Andreotti, pure ci si azzecca. Mi riferisco a più di un motivo, e non sia mai, ad un irritante sospetto. Sui motivi ne abbiamo […]

Read More Da subito dopo

Non conosco il nome

Quanto sa di sale… Non conosco il nome del Consegnatario di oggi ma devo proprio segnalarle una questione che accade da anni: una violenta diarrea dopo ogni pasto. Naturalmente l’ho principalmente pensata a causa di una mia situazione fisica. Perdurando la faccenda non ho più ordinato la pasta: la diarrea postprandiale è cessata. A causa […]

Read More Non conosco il nome