Filo guida e badili


“Il filo guida non sempre si trova, a volte serve un ‘introspezione profonda perciò ci sentiamo abbandonati al destino: pensiamo di non farcela…”


Quando pensiamo di non farcela perché anziché sentirsi abbandonati al destino, non ci domandiamo, se non stiamo scavando troppo nella nostra profondità e quindi nel nostro destino? Un esempio per semplificare: se mi pianti un badile troppo profondamente nel terreno rischi non solo di non alzare quello che volevi alzare ma anche di non saper più come togliere il badile piantato. Ecco! L’introspezione profonda che dici necessaria per trovare il nostro filo guida è come usare il badile nel modo in esempio! E’ chiaro che ti senti “abbandonata”, ma, dalla vita, oppure da una vita che si agisce con una capacità di scavo, secondo il caso, in eccesso o in difetto? Mi ci sono voluti 62 anni di abbandono per capire che che siamo noi ad abbandonare la vita, non, la vita.

Giugno 2006 – Ottobre 2021 – Versione ultima? Alla data, si.


VERSO LA VITA E ALTRE STORIE