Droga: verso prima.

A FILIPPO P.

Il tempo per leggere non ti manca, pertanto, se vuoi proseguire nel capire e nel capirti ti fai questa po’ – po’ di “pera”.  Non preoccuparti se vi sono punti che non capisci. Dal momento che si capisce anche secondo Natura puoi farlo ascoltando le tue emozioni. Le emozioni sono parole che si ascoltano “non per orecchio”.

Emozioni
Coscienza
Remissività
Omosessualità
Genitalità
Istinto sessuale
La sessualità è animata
Il vizio di giudicare
Sessualità e Cultura: borghese e no.
La droga è polvere
La maschera
Se tu non fossi
Memento

Il destinatario di cotanta sapienza l’aveva fatta leggere anche ai famigliari. Tentato avvicinamento (quello di Filippo) andato a vuoto forse perchè rimasti senza alcun genere di fiducia e di motivazionale speranza. Fiducia e speranza non sono illimitate. Lo ricordo come ieri. Filippo era estremamente vitale, molto intelligente, e gestibile da altri e/o da altro e gestore di sé solo da coperto e non di poco o per molto. Nulla restava in piedi dove passava il suo pensiero! Dopo aver letto questo papiro, i famigliari (probabilmente la madre) gli dissero di non averci capito niente! Strano, pensai: è tutto così chiaro! Chiaro un accidenti! Sono riuscito a rileggerlo solo oggi: dopo una trentina di anni. Leggerlo ma non verificarlo: giusto per la precisione. L’ho letto con fatica anche dopo averlo frazionato.