1) Quanto sa di sale…

Cortese Signora: da dire stecchito il pollo che mi hanno portato oggi dall’Istituto Anziani. Prima di salvare il salvabile non ho potuto non recitare una prece ai defunti anche per le patate; depresse, forse a causa della cottura in un olio a non adeguata temperatura. Per non dire, poi della pasta, gratinata in superfice tanto da sembrare la marmorea lapide di quanto stava sotto di scuro. Guaio è, purtroppo, che non posso permettermi di non mangiare la prova le mie affermazioni: folcloristiche sino a che si vuole ma solo per farla sorridere; che ci sia anche di che pensare e agire, a lei ogni decisione e a me ogni speranza.

VERSO LA VITA E ALTRE STORIE