Con Mary

“Amata”, “detestata”, mai dimenticata. Correva il 1966 mi pare. Mary gestiva il ristorante NSU del Cavallino di Venezia. Io ero Lagunare a s. Nicolò. Per la festa del reggimento mi spostano nel suo ristorante. A fine naja mi assume. Ci faccio due o tre stagioni, non mi ricordo. Ci lasciamo male, più per problematiche mie che per le sue. Niente di sessuale, naturalmente, anche se una volta m’ha usato per calmare le sue tensioni come ho capito dopo. Pensavo che non stesse bene. No, non ero uno stupido, ma un po’ mona certamente si! Di recente la Mary è venuta a visitarmi: nella mente o in un sogno non ricordo. Mi apparve con il solo volto. Era ritratta in carboncino. Aveva tratti maturi, potenti, e le labbra rossissime! Mi guardò con l’espressione di chi, mentre si rende conto di aver avuto ragione a pensarla così, si chiede come ha potuto non capirlo meglio e prima. Le labbra rosse della Mary mi dissero, infine, che la sua passione sessuale è ancora viva. Non per me, ovviamente.

VERSO LA VITA E ALTRE STORIE


lettereperdamasco.com/2022/04/07/con-mary/#passione #sessuale #Mary