Il ristorante “Al Sangon”

Il ristorante portava il nome del bizzoso fiumiciattolo che scorreva nei pressi. Mina cantava Renato – Renato e Cuore la Pavone. A Moncalieri ho comperato il mio primo Oscar Mondadori, una macchina fotografica con un “percussore” da colpo di pistola, e il primo orologio: un Lanco. Vivevo con le mance. Con il primo stipendio che gli ho mandato, la Cesira si comprò una radio Allochio Bacchini. Dopo tempo rividi il paese ma non la radio; finita al Monte dei Pegni, penso. In un successivo periodo ho lavorato anche all’Aleramo: chissà se c’è ancora! L’Aleramo c’è ancora. Non ho foto di quando c’ero io.

Per questa, infine, ricordo il luogo (il giardino del Ristorante) e pezzi di storia che ora guardo come all’epoca guardavo le fette di torta lasciate nei piatti dagli invitati alle feste di matrimonio.