Credere o non credere?

Negare l’esistenza di una Verità superiore implica pur sempre una dose di fede. Allora, dal momento che sia i credenti che i non credenti non possono provare nulla a che serve affermare l’una o l’altra, fede? A mio avviso, a niente! O meglio, ad arruolare “guerrieri” se ci si serve della personale credenza per porre i dissidi che reggono le divisioni che reggono i poteri.