Non siamo diversi

Carissima: non siamo diversi perché alcuni hanno l’indole verso un non comune uso del sedere. Siamo diversi perché noi stessi o perché no. Questa diversità, volenti o nolenti ci accomunerebbe agli etero se solo sapessero essere diversi perché sé stessi. Rileggi a mente fredda il mio post (se è quello che ha motivato il tuo […]

Read More Non siamo diversi

Ai Gentlemen-Di-Grindr

Ai Gentlemen-Di-Grindr – Vi scrivo per la posta del Culo (Culo con lettera maiuscola, per favore!) una questione non da culo. Non preoccupatevi se non in anonimato perché ho smesso quella preoccupazione da mo’. Avendo sempre preferito i variamente etero omo_sensibili non ho mai potuto pretendere un uguaglianza di comportamento, in qualche modo confortato anche […]

Read More Ai Gentlemen-Di-Grindr

Il dottor S.

Antica questa lettera. Il dottor S. all’epoca responsabile del Sert di Verona aveva bisogno di portare in Regione le ragioni dei tossicodipendenti carcerati: gli piacque. Politiche e Prevenzione in Regione I Redattori del Foglio informativo ”NoRiskio” in concerto con le intenzioni assistenziali dell’Associazione ”per Damasco”, premessa la Circolare del Ministero della Sanità, nella quale il […]

Read More Il dottor S.

Parti storiche a parte

Parti storiche a parte, su quali scelte riscrivere la Bibbia? Direi secondo questo principio: vita, è corrispondenza di stati in tutti e fra tutti i suoi stati. Ciò che permette la corrispondenza è lo stato della comunione. Lo stato della comunione dice l’amore fra gli stati. Dove non vi è la piena corrispondenza fra gli […]

Read More Parti storiche a parte

Dopo uno sciampagnino

Dopo uno sciampagnino con un amico, dalla Bra, in bicicletta, tornavo pian pianino verso casa. Davanti a me avevo un tram in sosta. Portava la scritta: “Dio ti ama. Non bestemmiare.” Sapete perché hanno scritto “Dio ti ama: non bestemmiare” invece di “Dio ti ama: perché bestemmiare?” Secondo me, per millantare una visibilità che secondo […]

Read More Dopo uno sciampagnino

Ma la vera scommessa

“Ma la vera scommessa è il ruolo dei genitori!” Senti, senti, questi provvedimenti! La legge nazionale che impone il divieto di vendita degli alcolici nei locali da ballo a partire dalle due, per il Direttore del Dipartimento delle Dipendenze è solo il primo passo che valeva la pena di fare. Ma c’è ancora molto da […]

Read More Ma la vera scommessa

Per rattoppare l’anima?

Dragando lungo le rive dell’Adige trovo una borsa con dentro una patente. Ligio al dovere la porto in Questura. Mi fanno attendere più di un ora. Quando giunge la borseggiata capisco perché. La borseggiata riconosce che non sono il borseggiatore. Mi domando come si può pensare che un borseggiatore sia così cretino da portare in […]

Read More Per rattoppare l’anima?

A proposito

A proposito di “due teste valgono più di una”, da Xyz ricevo: si, ho notato. E’ un annuncio? Mettiamola così. Non faccio tarocchi e neanche la maga Magò, quindi, è solo una possibilità diretta a chi sente il bisogno di avere un interlocutore. Non tanto perché possa risolvergli gli eventuali problemi, quanto perché discuterli con […]

Read More A proposito

Non so cosa farei

se fossi Israeliano. A favore del tuo essere, o se, nel tuo essere, contro il tuo fare? Da cristiano nell’essere, anche se non poco perplesso sul mio fare, sono sempre rimasto affascinato dalle tue grandi storie; che poi, siano rimaste storie per l’uomo adulto che sono, non per questo, il fascino (fanciullino, lo confesso) si […]

Read More Non so cosa farei

Depressione

Depressione è avere la vita con poche atmosfere. Con altre parole, sgonfia come lo può essere la gomma di una macchina. Con altra immagine è una forma di anoressia, per anoressia intendendo “mancanza persistente di appetito, talvolta con disgusto per i cibi (dal Devoto – Oli)” e per cibo intendendo la vita che siamo ed […]

Read More Depressione

Sul suo giornale

Sul suo giornale del 6 gennaio ho letto tre interventi che mi sono parsi fissati ad una osservanza culturale, a mio sentire particolarmente ristretta. Il primo è “Ma una partner non vale il padre” di Albero Pasolini Zanelli. Il secondo, “Strage di cristiani senza “ingerenze”, di Carlo Fracanzani. Il terzo, è “La scelta della Levi […]

Read More Sul suo giornale

Tutti i giorni

Tutti i giorni compro giornale e sigarette da un negoziante di Destra. Si scherza, si ride, e ci prendiamo anche in giro per le nostre idee. Perché non vado anche da un giornalaio di Sinistra? Capita, ma essendo “pantegana solidale” con la vita non bado più di tanto a quale stato politico permetto la non […]

Read More Tutti i giorni

Su dieci eredi

Su dieci eredi della nostra cultura, 6, sono figli che seguono la volontà  del padre – stato, (sia pur mugugnando, immagino) e 4, dei futuri figliol prodighi, ben che vada a noi, allo Stato, e a loro. Fra i fermati: una positività del 40,5 %, di cui: il 13,9 è risultato positivo all’alcol; il 16,5 […]

Read More Su dieci eredi

Sui gradini

Sui gradini della chiesa adiacente alla basilica di s. Zeno (s. Rocco, mi pare) un ragazzo ed una ragazza fumavano un cannone che non finiva più! Eravamo verso le 18. Il ragazzo dice qualcosa alla ragazza tirando un po’ la bocca. La ragazza risponde tirando un po’ l’orecchio. Da anni sono perseguitato dai messaggi trasversali […]

Read More Sui gradini

Alla c.a. del Maresciallo

Alla c.a. del Maresciallo c/o Servizio di polizia Giudiziaria del Tribunale di Verona. In oggetto: relazione su l’aggressione accadutami in Porta Vescovo in data 25 Premessa Sono l’autore del sito www. perdamasco.it (all’epoca in Rete: ora l’ho tolto) e del blog perdamasco.blogs.it (questo l’ha chiuso il punto.it) Glieli rendo noti giusto per considerare sulla mia […]

Read More Alla c.a. del Maresciallo

Con un amico

Con un amico di Destra (valente puttaniere anche se in età da rassegnazione) ho sempre trovato dei punti d’intesa ma da quando la Destra ha ottenuto la sua affermazione (mi riferisco al recente trascorso) non c’è più stato verso di ritrovarla. Eppure, eravamo gli stessi di prima. Cosa era cambiato? Era cambiato che prima non […]

Read More Con un amico

Con “Principato e Religione”

Con “Principato e Religione” non me ne voglia neanche la Donna se ho usato un’immagine maschile nell’Indice iniziale di una passata edizione del sito. Non volevo assolutamente far intendere che dal mio principio maschile (la Determinazione) sia escluso quello femminile: l’Accoglienza. L’elemento femminile nell’Uomo, infatti, è dato dalla capacità di accogliere, mentalmente e spiritualmente, vuoi […]

Read More Con “Principato e Religione”

Vado in banca

Vado in banca per l’usuale questione: la ricarica della carta. Di per sé nulla di complicato. Complicato me lo diventa perché da mese a mese dimentico come si fa. Già durante il primo tentativo, una donna (non ha meritato il titolo di signora) mi si avvicina dicendo: quanto pensa di metterci perché devo saperlo… Avrà […]

Read More Vado in banca

Mi scrive P.

Mi scrive P. Mi dice: sono stata discriminata violentemente, non posso dire pubblicamente fino a che punto perché sono donna, perché sono del sud, perché sono intelligente. Ho rischiato la vita più volte, sai? O dio, Perdamasco, non potrai mai capire cosa ho passato!!! Io non ho passato niente che tu non abbia passato… Questa […]

Read More Mi scrive P.

La voce di tua madre

La voce di tua madre spaventa perché comunica emozioni da delirio. Lo si potrebbe chiamare quello di Ofelia: principessa di Danimarca e promessa sposa di Amleto. Se la causa della pazzia di Ofelia fu la pazzia di Amleto, e se si può sovrapporre la realtà di queste due figura su quella dei tuoi genitori, si […]

Read More La voce di tua madre

C’è un caldo boia

C’è un caldo boia: sono distrutto! Il solito giornalaio è chiuso. Vado da uno che è dietro l’Arena. Arrivo sotto il residuo che chiamano ala. Sono in bici. La velocità è quella di chi sta retto per motivi che non ho mai capito. Una maestra che guida un gruppo molto sparso di ragazzini mi veda […]

Read More C’è un caldo boia

Sono andato in banca

Sono andato in banca a controllare una spesa. A Marta (simpaticissima sirena nel suo ruolo) dico che ormai la memoria sta andando a ramengo, e che porti pazienza se, al caso, si sentirà rivolgere delle domande già fatte. Uscendo, saluto lei e la collega commentando così la mia mnemonica situazione: bella cosa, in fondo, che […]

Read More Sono andato in banca

I Falchi della Notte

Visto che Carabinieri e Polizia nulla sanno sull’esistenza dei Falchi della Notte, lo chiedo a lei, signor Direttore. I visti da me, (due uomini ed una donna dai 40 ai 50, direi) erano vestiti con una divisa che avrei detto simil nazi se non fosse stata ingentilita da una camicia azzurro aviazione. Erano in possesso […]

Read More I Falchi della Notte

Israele è alla fine

Dice Ahmadinejad: Israele è alla fine e verrà presto eliminato dalle carte geografiche. Tutti i guai sono cominciati col possesso della cosiddetta terra promessa da un non si sa quale Spirito: di Dio, si dice. Ne dubito più che fortemente. Uno spirito (tanto più se elevato al divino) non ragiona secondo materia. O meglio, ragiona […]

Read More Israele è alla fine

Un giovane di Destra

Un giovane di Destra ci frequentava, noi, gruppo di amici con infinite sfumature di femmininità come di virilità. Non andava a donne, non andava a uomini (stava assieme a una donna che ha preferito una donna) ma non era di animo cattivo, così l’abbiamo accolto come si accoglie un amico. Non ricordo per quale discorso, […]

Read More Un giovane di Destra

Perché muore anzitempo

Perché muore anzitempo una certa giovinezza? A domanda mi rispondo. Accelera la macchina “vita”, l’impulso della forza (spirito) che diciamo bene a livello naturale, vero a livello culturale e giusto a livello spirituale. L’arresta, l’impulso della forza che diciamo dolore a livello naturale, errore a livello culturale, e male a livello spirituale. L’equa guida è […]

Read More Perché muore anzitempo

La signora di Siviglia

Da “il fatto quotidiano” di qualche giorno fa, leggo: “In arrivo molte richieste. Guardiamo al futuro con ottimismo”. Le richieste riguardano i missili, e l’ottimista in questione è il produttore di armi statunitense Lockheed Martin. Ma, questa gente si rende conto di cosa sta dicendo? Questi qui sarebbero ottimisti sul loro futuro perché operano per […]

Read More La signora di Siviglia

Neanche a Lourdes!

Neanche a Lourdes! Crederò veramente possibile la totale e stabile riconversioni di una identità (pedofila in non pedofila, eterosessuale in non eterosessuale, omosessuale in non omosessuale) quando la Psicologia e/o la Psichiatria, potranno pienamente dimostrare che un dritto di qualsiasi sessualità può diventare uno stabile rovescio. Se no, valgono un tanto al sacco, per quanto […]

Read More Neanche a Lourdes!

Avevo bisogno

Avevo bisogno di riparare il soprabito. I gestori della sartoria dove capito sono cinesi. Sono giovani, sorridenti, cortesi, premurosi: italiano zero! Nell’internazionale linguaggio che va sotto il nome di Io Tarzan – Tu Jane riesco a farmi capire. Rendendomi conto della loro impossibile comunicazione e ausiliato dal mai abbastanza benedetto (anche se limitato) traduttore di […]

Read More Avevo bisogno

Non mi va

Non mi va di parlare del mutismo letterario che sto attraversando: letterario si fa per dire. Mi tacita un miscugliamento di motivazioni. Di queste, nessuna emerge in modo particolare e/o significativo, tuttavia, nell’insieme mi hanno pressoché zittito. Quanto, al momento non ti saprei dire. Come hai constatato non taccio, però, nei commenti che lascio in […]

Read More Non mi va

Mi sono svegliato

Mi sono svegliato alle quattro senza sonno. In sala il Piccolo sta dormendo. Piccolo per modo di dire visto che è sui cinquanta. Non li dimostra perché non si considera così. Come tanti per non dire tutti riprenderà il così con i primi allarmi. Ai campi l’attende un orario generalmente pesante: almeno una decina di […]

Read More Mi sono svegliato

Badino le donne

Badino le donne che intendono diventare madri in età non comune: agli occhi dei figli saranno a scadenza. Questa è l’implicita opinione che se ne ricava dalla lettera del signor G. V. dove dice (a proposito della maternità della signora Giannini) che il bimbo avrà dell’amaro in bocca quando vedrà che le mamme dei suoi […]

Read More Badino le donne

Sento

Sento che c’è qualcosa di “sbagliato” nella richiesta di leggi contro i colpevoli di violenza verso l’Omosessuale. Lo è perché è una richiesta di parte. La violenza, però, è in ogni parte. Debole quella parte che agisce per sé stessa. Potrebbe provarlo il fatto, che se la richiesta ha in oggetto la violenza contro il […]

Read More Sento

Un operaio

Un operaio inizia il lavoro. E’ del Sri Lanka. Un orsettino color caffè. Come tutti i miei “amori” suscita la mia mater – paternità. Donne, lo direste un gianduiotto! Ha ventanni! Lo mando a pulire le scale. Si punge con una siringa usata. Mi incazzo come una jena. Compero un gessetto da muratori: rosso Ferrari! […]

Read More Un operaio

Secondo la vita

Secondo la vita elevata a supremo vissuto non esiste l’Omosessualità come non esiste l’Eterosessualità. Esiste, invece, la vita del naturale desiderio sessuale quando non culturalmente negato, temuto, rifiutato, represso, castrato, ecc, ecc. Esiste, invece, la vita del desiderio sessuale fra mentalmente e somaticamente diversi, e fra mentalmente e somaticamente simili. Nel senso detto, la sessualità […]

Read More Secondo la vita

Pare

Pare che il Buon Pastori si curi anche della pecora smarrita. Almeno a quanto dicono. Ne ricavo che nessuna esclude. La parabola non dice se anche le tosa. A tosare ed escludere, invece, è il pastore vicario. Ne ricavo che la chiesa non è cristiana tanto quanto esclude e tanto quanto lo tosa. Ma la […]

Read More Pare

Del guerrafondaio

Del guerrafondaio momento che stiamo subendo constato che le complicazioni agite contro la Russia sono come le bestemmie: ricadono sulla testa di chi le pronuncia. Poco male, mi verrebbe da dire (egoisticamente parlando) se ricadono sulla testa di chi le ha proposte maggiormente perché notoriamente in grado di reggerle più di noi. Ricadono quasi totalmente, […]

Read More Del guerrafondaio

Ippocrate o Ipocrisia?

Il Giuramento che vincola l’operato della Medicina e dei Medici dice: regolerò il tenore di vita (il suo stato, suppongo) per il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio (e) mi asterrò da recar danno e offesa. Pur riconoscendolo eletto c’è in questo proposito un qualcosa che m’ha sempre disturbato. Nel […]

Read More Ippocrate o Ipocrisia?

Freud

Freud (rifacendosi alla tragedia di Edipo) dice che il figlio supera la figura del genitore se lo “uccide”. C’è del vero in quanto dice, tuttavia, è un vero fortemente superato. La società non è più il compiuto Genitore che fa compiuti genitori che fanno compiuto il Genitore. La Società, oggi, è un’Idra dalle molte teste: […]

Read More Freud

Poichè

Poiché mi hai manifestato l’intenzione di migliorarti (non vi è miglioria che non si basi su una maggiorata conoscenza di se stessi) ti scrivo qualche pensiero sulla sessualità, immaginandola come un arancia: notoriamente composta da spicchi. a) Vi sono personalità maschili che non si dicono omosessuali (amanti del simile) non perché non siano in molti […]

Read More Poichè

Il tronco

Il tronco della Ssssualità, è dato dalla personale genitalità. I suoi rami sono dati dalle emozioni sessuali di prevalenza, quelle, cioè, che formeranno la costituita identità sessuale. Le sue foglie, da emozioni sessuali non prevalenti ma indicatrici di valenza sessuale sia per il tono (piacere – non piacere) che per la condizione del loro stato. […]

Read More Il tronco

Da decenni

Da decenni mi chiedo come faccio a sapere quanto scrivo ma non trovo nessuna risposta che convinca in pieno. Quelle che so, è che è partito tutto dall’elevazione di un pensiero: da uno spirito allo Spirito. Immagino la perplessità di chi legge quest’affermazione. Si, mi dirà, ma scendendo dal fico, come lo spieghi più terra […]

Read More Da decenni

In età

Collegio: in età da terza elementare. Assieme ad altri ripetevo il prete che recitava il rosario. Sono di fronte ad una specie di grotta. Non mi ricordo se simil Betlemme, o Lourdes. Naturalmente, sono in fondo alla fila. C’era l’immagine del volto di Cristo, in quella grotta. Era illuminata. Da lampadine. Quel volto non mi […]

Read More In età

Lo scopo

Lo scopo di questo lavoro non è certamente quello di riempire dei miei vuoti esistenziali: non mi mancano gli amici e quando ho bisogno di amanti so dove trovarli anche se non sempre so come si allontanano: è successo, anche con il PC e il telefonino! Lo scopo, invece, è nel senso della vita: conoscere […]

Read More Lo scopo

Amico mio

Amico mio, dopo la morte dell’Amato temo di essere diventato schizofrenico. Forse lo ero anche prima ma non me ero mai reso conto. Certamente non lo sono in senso patologico (almeno penso) ma (sia pure per inscindibili intenti, modi, emozioni, azioni) certamente per il mio essere unito e nel contempo scisso dalla vita altra. Gli […]

Read More Amico mio

Sono alterno

Sono un diverso, non tanto perché omosessuale ma perché non risulto facilmente catalogabile. Certamente questo aiuta a mimetizzare la mia realtà, e quindi, ad evitare gli eccessi nei giudizi. Nonostante la tranquillità (?) che mi veniva dalla mimesi, comunque, ho passeggiato in piazza Bra con omosessuali, anche di un genere estremamente evidente; comunque ho passeggiato […]

Read More Sono alterno

Ero di indubbia ignoranza

Ero di indubbia ignoranza ma di chiaro istinto, così, non subii alcun genere di trauma quando, in Collegio, fui desiderato da un prete. I traumi iniziarono quando la cosa venne a conoscenza degli altri preti. Il prete amante fu avvertito di star più attento ed io mi sentii isolato. Avevo l’età della terza elementare. Se […]

Read More Ero di indubbia ignoranza

“E Gesù diventò Dio”

Caro Francesco: non sono uno studioso e manco ho studiato, tuttavia, so ben capire che della figura in questione ne hanno fatto una ribollita di non si sa più quale carne. Al più, si sa non poco sulla inattendibile pentola che l’ha cotta; ed è appunto per questo che concordo con il titolo dell’argomento che […]

Read More “E Gesù diventò Dio”

Il vero tesoro

Il vero tesoro dell’uomo è l’amore di Dio, che da senso agli impegni di ogni giorno, alle fatiche e alle cadute, e aiuta anche ad affrontare le grandi prove”. Sarò franco e sincero, Francesco. Ho potuto rapportarmi con uomini e amanti anche sessualmente perché, prima della loro anima, ho soddisfatto il loro bene e reso […]

Read More Il vero tesoro

Mi rendo ben conto

Mi rendo ben conto di star predicando in Canonica quando, discutendo i tuoi argomenti, ti propongo i miei. Il fatto è, che per conservare la mia identificante totalità ho dovuto separarmi da quanto dici, e/o fai dire, e/o salta il ghiribizzo di dire a disobbedienti preti di tutti i tuoi ecclesiastici livelli. Ne andava della […]

Read More Mi rendo ben conto