Da una cinquantina di metri

Da una cinquantina di metri da Ponte Navi vedo i veicoli due pattuglie in mezzo all’incrocio: un forte vento aveva buttato a terra un paio di transenne. Le incidentate vittime erano circondate da vigili e vigilesse: quattro senza grado e uno con grado. Erano intervenute, suppongo, per rialzarle e collocarle a lato della strada. All’ovvio proposito, però, non seguiva la corrispondente azione. Come non sapessero decidere chi fra di loro doveva farlo, continuavano a girarci attorno. Forse per l’intento di opporsi al ridicolo che trasmetteva ai non pochi presenti quell’inutile girotondo, il colonnello del battaglion invita le truppe all’assalto della questione dicendo: facciamo una cosa intelligente! Il diluvio che immediatamente seguì fece capire che neanche il cielo credette possibile la proposta del colonello.