La Verità è come un arancio

LE VITALIANE

La Verità è come un arancio composto da infiniti spicchi. Ci è possibile capire quella che abbiamo davanti gli occhi. Ne consegue, che per maggiorare la conoscenza della Verità dobbiamo ruotare l’arancio. Nulla fa capire qual è l’ultimo spicchio perché niente lo separa dal primo che non si distingue dall’ultimo. Nulla li distingue perché tutti hanno lo stesso compito: essere portatori di verità indipendentemente dal suo stato, e/o qualità e/o condizione. Se non ci è possibile capire dove è il primo spicchio e dove è l’ultimo, e se tutti sono portatori di verità con paritaria importanza, neanche ci è possibile capire dove è il luogo della Verità: potrebbe essere, infatti, in qualsiasi spicchio. Chi cerca la Verità, allora, rammenti che ha la rotazione dell’Arancio come destino.