Grazie a You Tube

ANDANDO PER SCALINI ^

Grazie a You Tube sto conoscendo Moni Ovadia. La Cultura di quella Persona non mi spaventa solo perchè sono tutelato dalla mia ignoranza. Nella sua veste di attore faccio fatica a seguirlo e quasi mai ci riesco. Mi fermano le troppe cose che non so. Lo seguo particolarmente, invece, come conferenziere. Mi rendo conto che dirlo conferenziere è come dar del frizzantino allo champagne. A suo modo (ovviamente) è un mistico. Lo colloco fra quelli che sono ipocriti per mestiere ma per vita non attori. A proposito di mistico, anch’io sono stato detto così. E successo in una seduta medianica. Nonostante quella titolatura non mi sono mai fatto tentare da nessun genere di autoglorificazione. La lucida coscienza che posseggo di me stesso, infatti, me l’ha fortemente impedito. Neanche avrei potuto recitare la parte del mistico perché come attore faccio schifo ai cani!

Se è vero che nel suo essere fuori come dentro, Ovadia è unitario, altrettanto è vero che non lo sono io perché, fra reale e ideale, scisso. Devo la scissione ad una sessualità di assente timbro. Per quella chiara mancanza non ho avuto mai bisogno di chiedere agli altri cosa pensano o dicono di me. Il mio animo sa bene che sono quello che sono. Sento che vale lo stesso anche per Ovadia.