Lamento di un tessitore del cucù

Ho precisato più volte che il vero autore di tutto questo ambaradan di testi è l’emozione. Guaio è, che la ricevo a matassa! Che trovando il bandolo la devo sciogliere; che sciogliendola devo eliminare i nodi e che solo a nodi sciolti posso filarla. Guaio è, che da quanto della matassa ho sciolto, non tutti i nodi ho eliminato. Non per incuria li ho lasciati. Li ho lasciati perché non sono capace di toglierli più di così. Se non credessi nel contrario mi verrebbe da pensare che dando a me questo inghippo la vita dimostra che non sempre sa quello che fa!

ANDANDO PER SCALINI