a D. D. – Ag.te Letterario

Sono stato detto genio o pazzo. Lei mi dice “profonda” e “contorta”. Mi viene il sospetto di star soffrendo di qualche contraddizione. 🙂 Sulle conferenze mi conferma quello che pensavo. Più che a non tenerci, signor Doglioli, sono stato sinora frenato dal comunicare con quel mezzo perché la gran parte delle “pecore” si alimentano delle parole di un “pastore”, tanto quanto possono alimentarsi della sua vita. Quel “desinare” però implica delle reciproche forme di dipendenza; tossica, se fissa un arbitrio. Cercavo un’alterna possibilità divulgativa anche per glissare un fattore che sdegno come peste: il potere comunque si manifesta e/o comunque favorisca. Conservi il mio Cd, signor Doglioli; se non le è di disturbo. Quello che non vale oggi, potrebbe valere un domani. Per il presente, i miei saluti, e grazie di tutto. Vitaliano

DEI TEMPI CHE FURONO