IMPATTI DI VERITA’ . Aforismi

aneolinea

“Il cuore ha delle ragioni che la ragione non conosce” quando la ragione ha dei silenzi che il cuore non conosce.

apenna

La voce della coscienza è l’eco della propria

Con il tempo ci accorgiamo che la vita non è sempre bella per poter essere vera, e non è sempre vera per poter essere bella.

L’Omosessualità culturale e spirituale non ragiona secondo sedere: vissuto complemento oggetto anche per i diversi.

La passione è una verità naturale. L’amore è una verità culturale. A ragio veduta, l’amare.

Il bello cerca l’approvazione. Il brutto l’accantona.

C’è chi tratta la parola come una femmina da fottere. C’è chi tratta la parola come una Donna da sposare.

In Amore, l’affine Cultura scosta la diversità posta dalla Natura.

Nell’amare non esiste la diversità: gli interessi non hanno sesso.

Nella vanità, i grandi vanti diventeranno grandi rimpianti.

La Divisa, è filtro per i violenti, alibi per i folli, cura per i depressi, armatura per gli ideali.

Il dolore ha i fiori che cura il giardiniere.

apenna

Credo nella Rivoluzione che programma i tempi dell’Evoluzione.

Il compromesso è un contratto subìto. La mediazione è un compromesso voluto.

Vi è intossicata dipendenza quando siamo incapaci di volere quello che pure sappiamo.

Il pensiero politico è come la figura che si forma nel caleidoscopio: cambia forma appena lo muovi.

I giusti pastori precedono il gregge con_fusi con il gregge.

Quando ragioniamo sulla prostituzione dovremmo farlo come sanno gli agricoltori: ai
campi, è necessario anche il liquame.

La repressione della sessualità è come una valigia. Più negazioni contiene e più è faticoso chiuderla.

Vi sono amanti come certe nubi. Promettono, promettono, ma non piove mai.

In nessun spot del capitale è scritto che la Persona è un anima centrale.

La verità e la muffa prima o poi emergono da ogni costruzione

apenna

La verità è come la matematica. La rifiuta chi non l’impara a sua misura.

Diventa saggio chi vive la sua conoscenza. Diventa colto chi la marmorizza.

La Persona emerge nella piena forma mano a mano la sua figura si deforma.

La vita è l’armadio dove la sessualità nasconde i suoi scheletri

Le figure che si reputano belle si aspettano di essere gratificate. Le non belle
non perdono tempo. ?

La vita non è orto SOLAMENTE per broccoli. Edita

Chi si aspetta reverenza dalla riconoscenza falsifica la gratitudine.

Chi vive delegando vive compiacendo. 

La vita è come la pioggia. Non chiede al campo se necessita d’acqua.

L’amore è ciò che resta dopo aver vissuto la passione.

apenna

L’illusione è prodotta dalla mente che vede falò anche nei fatui.

La bellezza è l’arte dell’amore della giustizia per la verità.

Coscienza, è il sacrario delle parole che attendono la carne.

L’amore è l’estratto conto dell’opinione.

La durata del per sempre è vera solo in chi dice di non fumare fra una sigaretta e l’altra.

Nella voglia di potere siamo l’asino che addenta la carota davanti il muso.

La crisi nei giovani è cominciata quando abbiamo mummificato l’età

La verità è come la luna. E’ possibile vederla tutta solo nelle carte.

Il dubbio in amore, invalida l’orgasmo del corpo, della mente, del cuore.

Vi è corrispondente incontro fra bellezza e verità tanto quanto si congiungono
nello stupore che non sa darsi.

apenna

Le mani vuote di ogni potere non temono alcun potere.

Se non si mette in discussione, la voce della coscienza è solo l’eco della
soggettiva conoscenza.

Intelligenza: guardiano senza manette della follia.

Si inizia a morire quando si cessa di aspirare perché si inizia a sospirare.

La stranezza è il fiore dei giardini incolti.

Se non sperimentata, ogni verità è parzialmente vera.

I “diversi” fanno sono l’antidepressivo per quelli che non si sanno “eguali”.

La bellezza è un tocco di verità. Non è eguale per tutti.

I Leader sono specchi per ombre in cerca di sostanza.
Molto, ma molto raramente una parola è nuova. Il silenzio, sempre.

apenna

Pensare che un’idea sia vera perché l’amiamo riduce ogni confronto a una sfida all’ultima voce.

Per favorire la biofobia l’hanno chiamata eterosessualità.

Nessuna definizione contiene tutto ciò che definisce. Non per questo non sono intelligenti, ma per questo sono cretine.

Vedo il voler essere famosi come il tentativo di chi vuole uscire da un sé
vissuto come “fossa”: illusione di chi non si rende conto che nessuno ci esce
per sempre.

Abbiamo perso il senso di onore, mano a mano abbiamo sostituito la ricerca di verità con la ricerca di opportunità.

La sigaretta è l’ancora che ancora un’emozione, e come tutte le ancore, ferma.

L’amicizia è come un motore in folle. Si attiva, quando si innesta la marcia
necessaria.

Nella gelosia , vi è l’identificazione di chi non sa quale amante temere, e vi è il possesso di chi non sa quale proprietà temere.

apenna

La letizia, è quello stato di vita, che nell’acqua ti tiene a galla, non perché sai nuotare, ma perché confidi nella legge di Archimede.

Chi ama due persone nello stesso tempo, ama, in due, ciò che totalmente non ha in uno.

Gli ideali fuori dal calice sono pani senza lievito.

Non è vero che non esiste l’amicizia. E’ vero che mangiamo secondo fame, gusto, e non sempre alla stessa tavola.

In democrazia la vera voce del popolo è l’aritmetica.

La saggezza cessa ogni qualvolta la mente va in pensione.

E’ cattivo insegnante quello che bacchetta gli alunni? Se a farlo è la vita, no.

L’amore è corrispondenza fra simili. Il sesso, non necessariamente.

L’amore ha il volto di chi si specchia.

La vita è come una macedonia. Inevitabile per la mela, sapere anche di banana.

apenna

La passione bolle l’acqua. L’amore la tiene calda.

La sessualità è come la scarlattina. Immunizza solo chi la vive.

Quando il sesso tira la mente non fa lira.

Le citazioni dei famosi sono fosse dove la saggezza altrui riprende fiato.

Nulla imbambola l’intelletto come una speranza oltre ragione.

Sbagliamo in amore quando la speranza ci seduce più della ragione

Il sorriso è il teatro dove gli occhi recitano più facilmente dell’anima.

Religione, è ciò che resta della vita dopo averla schedata.

Filosofia è quello che resta della ragione dopo la biopsia.

Cavallo che tira mica si vende.

apenna

Anche in amore non resta a piedi chi viaggia con ruota di scorta.

L’intelligenza è furbizia che conosce. La furbizia è intelligenza che truffa.

Mio, in amore, è il virus di un prossimo dolore.

La maturità che nega la sua giovinezza dimentica come si è cibata sino a prima.

La passione non porta mutande.

L’odio è frustrata fame di potere.

Canta che ti passa. Non raccogliere se pesa.

La passione ascolta sé stessa. L’amore ascolta la vita.

L’amore è via. Il discernimento è guida.

Per sentire la ghianda è necessario farsi quercia.

apenna

Non c’è amante che diventi talmente arte da rendere infedele un artista.

Chi dice agli altri che bisogna ridere anche di sé stessi, sotto – sotto si
aspetta che nessuno glielo ricordi.

La forza dell’imbecillità è nel silenzio dei conoscenti.

Invidia è parente povera della capacità.

Quando in amore vi è espressa sofferenza, amputare è meglio che mendicare.

Sulle ferite in amore ogni balsamo diventa un sale.

In amore non ci sono vincitori. Ci sono amanti.

Per toglierci di torno le piattole, nulla funziona meglio della sincerità.

Demo-fascismo, è carattere psichico della voce di un popolo. Può diventare il
carattere politico della voce di uno Stato.

apenna

Si chiama Arte, l’opera dell’ostrica che produce la perla per difendersi dal
dolore procurato da una scoria.

Nella conoscenza scindiamo l’amore dalla passione mano a mano ci rendiamo conto di non poter avere ideale e reale nello stesso soggetto.

A vent’anni, l’arroganza si chiama ignoranza. Più avanti, paura.

Il prevalere della conservazione sulla produzione, è segno di declino nella
persona, nello stato, nella vita.

Una esasperata ricerca della salute può rendere ancora più facile il vivere ma anche più difficile il finire.

Fa piacere l’amore delle chiese, ma se è un amore imposto cosa lo distingue da uno stupro?

Ufo, è anche il disco dove carichiamo tutto quello che, deresponsabilizzando, rendiamo oggetti non identificati.

Solo gli spiacevoli rivendicano il diritto di non essere ipocriti. Gli altri
sanno tacere o sanno parlare.

E’ razzista chi difende la propria miseria. Non è razzista chi si difende dalla propria miseria.

Il tempo che usiamo per invidiare i valori altrui, sarebbe meglio occuparlo per mettere in invidia i nostri.

apenna

La ragione è sempre la potenza della forza, purché non sia debole la ragione,
perché allora la ragione si serve della forza.

Di quello che si sono tolto, i Castrati per il Regno dei Cieli possono amare
solo quello che è loro rimasto: la ferita.

Le vie della vita sono infinite. Se ci passa vita, nessuna è sbagliata.

L’Uomo può elevarsi al divino, ma bisogna crederLo molto basso per poter
immaginare di averLo raggiunto.

Dire per libertà civile é poter sputare sul piatto altrui. Dire per civile
libertà é rifiutarsi di farlo.

Ricorda a grani sciolti la storia che non evoca il dolore di ciò che ha in
memoria

Ogni foglia vibra a sé stessa

L’umanità’ che determina ciò che gli è relativo ma non ha più bisogno di chiesa.

La libertà è di chi ama le sue manette.

Ciò che è neutro verso la vita non gli è ostile ma neanche amorevole; è come una bagna cauda servita fredda.

Penso alla mente del “saggio” come penso ad un letamaio; formata da errori, è vero, eppure, messa sul campo, concima i tempi.

apenna

Si comincia a morire quando si cessa di aspirare perché si inizia a sospirare.

Intelligenza: guardiano senza manette della follia. Follia: tutto quello che
esce dall’intelligenza ma non entra nel giudizio.

Vita si nasce. Nel tutto si diventa.

Bisognerebbe abituarsi a non avere per non doversi abituar a rinunciare.

La speranza è ultima a morire quando la ragione è ultima a capire.

Un commento è d’arte quando brilla di luce propria.

La ragione del silenzio: nessun potere durerà più di me.

La forza dell’Io è proporzionale all’indipendenza verso l’altro/a, e/o verso
cosa propria come no.

La vita è tutto un tagliar cordoni. Si comincia con quello della nascita, e sicontinua per ogni rinascita.

Se la vita è ha spicchi come un’arancia, ciò vuol dire che il nostro destino è anche nello spicchio vicino.

apenna

Si solleva dalla terra delle bestie chi si rende conto di essere addomesticabile.

Il dolore è necessario maestro di vita, purché non ne diventi il boia.

La Ragione è carsica.

Il senso della colpa è croce da temere ma anche maestro da seguire.

Si può parlare di tossicodipendenza, quando una domanda di suprema emozione ha solamente il si come risposta.

Non è vero che non esiste l’amicizia. E’ vero che bisogna cambiare l’acqua ai fiori.

Il sorriso è by pass per la vita ferma al cuore.

Siamo unici tanto quanto diversi e diversi tanto quanto unici.

Nella ricerca della verità il dubbio è croce ma cireneo il discernimento.

E’ meglio vivere con paura che non vivere per paura.

apenna

La felicità esiste ed è come un bagno in acqua sempre calda. Infelicità, è bagnarci il cuore prima del dito.

Se la saggezza vedesse oltre la speranza sarebbe questa l’ultima a morire.

Il dolore è tesi della violenza e antitesi della giustizia.

Non è difficile essere felici. Basta che qualcuno voglia la tua felicità.

Quando ferma la speranza la presunzione ferma la vita.

Diventiamo possessivi quando siamo insicuri del bene dell’altro, o non sicuri di essere il bene dell’altro. Diventiamo gelosi, quando non siamo sicuri della verità dell’altro, o non sicuri di essere il vero dell’altro.

Dove non si fa in modo che bambini innocenti crescano come uomini innocenti,
come distinguere chi sarà il carnefice di altri, da chi è la vittima di altri, o
il carnefice di sé?

Il monaco mi ricorda il guerriero che lascia il campo di battaglia per fare
l’attendente del capitano.

Quando il futuro è scuro, rinascere è futuro.

Aspira a te stesso o aspira del fumo.

Sotto la spinta di piccoli strappi alla deroga crollano anche le dighe.

apenna

Il dubbio in amore invalida l’orgasmo del corpo, della mente, del cuore.

Il silenzio è l’officina dove la mente lavora, è la stanza dove riposa, è il
luogo dove risiede.

La fantasia è frizione indispensabile ai diversi.

Quando la notte è piccolina abbiamo troppo sonno o troppe attese.

L’ammissione dell’errore è uscita di sicurezza da ogni incendio.

La paranoia è malattia della mente nei derubati dalla fiducia.

Il silenzio è il porto delle parole in burrasca.

Le storie sono il cibo che l’anima giovane digerisce quando non lo è più.

Si può dire che è amore quando non usa manette.

Chi ama ciò che sa più di ciò che è, scende alla penultima stazione.

apenna

Come per i girasoli, la vita si alimenta dove si volge.

Un ideale è lume o paralume.

Il sesso è una foglia che cela una voglia di soglia.

La mente che precede i passi vede il futuro ma non i sassi.

Il piacere in amare sta al piacere in amore come una corrente prima dell’interruttore.

La violenza scalda i muscoli quando fonde la ragione.

Quando il sesso è insufficiente la ragione è deficiente.

La notte è coperta che copre dei forse.

Una comunione di vita che compensi un non – amore di sé, non è un amore; è il mutuo soccorso fra un medico ed una medicina.

Il mondo andrà meglio quando a morire ultima sarà la ragione.

apenna

Siamo diversi perché noi stessi o perché no.

Il sesso è la colla che attacca l’amante all’amore.

In arte il dolore crea bellezza come il ladro favorisce il mercato.

L’amore è come il Dorato paese. Lo raggiunge chi non bada a spese.

L’identità del represso sessuale è come una valigia. Più negazioni ci mette
dentro e più fatica a chiuderla.

Discernere sulla forza violenta, discenda da Destra come da Sinistra, è come
farlo con la merda. Impossibile non puzzare per la mente che ci prova.

Chi o cosa fissa l’arbitrio determina come maschio chi l’accoglie come femmina.

Ama in modo indipendente chi non delega ad altro e/o ad altri l’amore di sé.

Giorno dopo giorno aspettando un giorno.

Non è difficile perdere l’amante. Basta volerlo formare a nostra immagine e
somiglianza.

apenna

Quando la ragione è orba alla vita, il sesso è cataratta che orba la ragione.

La parola è l’emozione della vita che dice sé stessa.

Ogni pensiero d’amore ha stati di paura. Ogni paura ha stati di speranza.  L’irragionevole speranza disattiva la paura. Solo resta, un respiro da  pozioni.

O cerchiamo la vita che amiamo, o viviamo quella che troviamo. (Huxley&Perdamasco)

Coscienza è il sacrario delle parole che attendono la carne.

La fede sorge da una speranza di verità, non, dalla conoscenza della verità.

L’amore è l’amante che insegna. L’amante è l’amore che impara.

La passione ascolta sé stessa. L’amore ascolta la vita.

Diventa saggio chi vive la sua conoscenza. Diventa colto chi la memorizza.

La Donna emerge nella piena forma man mano il contenitore si deforma.

La vita è l’armadio dove la sessualità nasconde i suoi scheletri.

apenna

Le figure che si reputano belle si aspettano di essere gratificate. Le non belle non perdono tempo.

Se ne faccia una ragione il normalizzato. La vita non è orto per broccoli.

Chi si aspetta reverenza dalla riconoscenza pone freno alla gratitudine.

Chi vive delegando vive compiacendo

La vita è come la pioggia. Non chiede al campo se necessita d’acqua.

L’amore è ciò che resta dopo aver pulito l’amare.

L’illusione è prodotta dalla mente che vede falò anche i fatui.

La bellezza è l’arte dell’amore della giustizia per la verità.

Coscienza, è il sacrario delle parole che attendono la carne.

L’amore è l’estratto conto dell’opinione.

apenna

La durata del per sempre è vera solo in chi dice di non fumare fra una sigaretta e l’altra.

Nel nostro senso di potere siamo come l’asino che tira il carro perché vuole addentare la carota che gli hanno messo davanti il muso.

La crisi nei giovani è cominciata quando abbiamo mummificato l’età

La verità è come un’arancia davanti gli occhi. Per vederla tutta, la vista deve far il giro dell’arancia.

Vi è corrispondente incontro fra bellezza e verità tanto quanto si congiungono nello stupore che non sa darsi.

Le mani vuote di ogni potere non temono alcun potere.

Se non si mette in discussione, la voce della coscienza è solo l’eco della soggettiva conoscenza.

Intelligenza: guardiano senza manette della follia.

Si inizia a morire quando si cessa di aspirare perché si inizia a sospirare.

La stranezza è il fiore dei giardini incolti.

Se non sperimentata, ogni verità è parzialmente vera.

apenna

I “diversi” fanno da antidepressivo per quelli che non si sanno “eguali”.

La bellezza è un tocco di verità. Non è eguale per tutti.

I Leader sono specchi per ombre in cerca di corpo.

Molto, ma molto raramente una parola è nuova. Il silenzio, sempre.

Pensare che un’idea sia vera perché l’amiamo riduce ogni confronto a una sfida all’ultima voce.

Per favorire la biofobia l’hanno chiamata eterosessualità.

Nessuna definizione contiene tutto ciò che definisce. Non per questo non sono intelligenti, ma per questo sono cretine.

Vedo il voler essere famosi come il tentativo di chi vuole uscire da un sé vissuto come “fossa”: illusione di chi non si rende conto che nessuno ci esce per sempre.

Abbiamo perso il senso di onore, mano a mano abbiamo sostituito la ricerca di verità con la ricerca di opportunità.

La sigaretta è l’ancora che ancora un’emozione, e come tutte le ancore, ferma.

apenna

L’amicizia è come un motore in folle. Si attiva, quando si innesta la marcia necessaria.

Nella gelosia , vi è l’identificazione di chi non sa quale amante temere, e vi è il possesso di chi non sa quale proprietà temere.

La letizia, è quello stato di vita, che nell’acqua ti tiene a galla, non perché sai nuotare, ma perché confidi nella legge di Archimede.

Chi ama due persone nello stesso tempo, ama, in due, ciò che totalmente non ha in uno.

Gli ideali fuori dal calice sono pani senza lievito.

Non è vero che non esiste l’amicizia. E’ vero che mangiamo secondo fame, gusto, e non sempre alla stessa tavola.

In democrazia la vera voce del popolo è l’aritmetica.

La saggezza cessa ogni qualvolta la mente va in pensione.

E’ cattivo insegnante quello che bacchetta gli alunni? Se a farlo è la vita, no.

L’amore è corrispondenza fra simili. Il sesso, non necessariamente.

apenna

L’amore ha il volto di chi si specchia.

La vita è come una macedonia. Inevitabile per la mela, sapere anche di banana.

La passione bolle l’acqua. L’amore la tiene calda.

La sessualità è come la scarlattina. Immunizza solo chi la vive.

Quando il sesso tira la mente non fa lira.

Le citazioni dei famosi sono fosse dove la saggezza altrui riprende fiato.

Nulla imbambola l’intelletto come una speranza oltre ragione.

Sbagliamo in amore quando la speranza ci seduce più della ragione

Il sorriso è il teatro dove gli occhi recitano più facilmente dell’anima.

Religione, è ciò che resta della vita dopo averla schedata.

apenna

Filosofia è quello che resta della ragione dopo la biopsia.

Cavallo che tira mica si vende.

Anche in amore non resta a piedi chi viaggia con ruota di scorta.

L’intelligenza è furbizia che conosce. La furbizia è intelligenza che truffa.

Mio, in amore, è il virus di un prossimo dolore.

La maturità che nega la sua giovinezza dimentica come si è cibata sino a prima.

La passione non porta mutande.

L’odio è frustrata fame di potere.

Canta che ti passa. Non raccogliere se pesa.

La passione ascolta sé stessa. L’amore ascolta la vita.

apenna

L’amore è via. Il discernimento è guida.

Per sentire la ghianda è necessario farsi quercia.

Non c’è amante che diventi talmente arte da rendere infedele un artista.

Chi dice agli altri che bisogna ridere anche di sé stessi, sotto – sotto si aspetta che nessuno lo dica a lui.

La forza dell’imbecillità è nel silenzio dei conoscenti.

Invidia è parente povera della capacità.

Quando in amore vi è espressa sofferenza, amputare è meglio che mendicare.

Sulle ferite in amore ogni balsamo diventa un sale.

In amore non ci sono vincitori. Ci sono amanti.

Per toglierci di torno le piattole, nulla funziona meglio della sincerità.

apenna

Demofascismo, è carattere psichico della voce di un popolo. Può diventare il carattere politico della voce di uno Stato.

Si chiama Arte, l’opera dell’ostrica che produce la perla per difendersi dal dolore procurato da una scoria.

Nella conoscenza scindiamo l’amore dalla passione mano a mano ci rendiamo conto di non poter avere ideale e reale nello stesso soggetto.

A vent’anni, l’arroganza si chiama ignoranza. Più avanti, paura.

Il prevalere della conservazione sulla produzione, è segno di declino nella persona, nello stato, nella vita.

Una esasperata ricerca della salute può rendere ancora più facile il vivere ma anche più difficile il finire.

Fa piacere l’amore delle chiese, ma se è un amore imposto cosa lo distingue da uno stupro?

Ufo, è anche il disco dove carichiamo tutto quello che, deresponsabilizzando, rendiamo oggetti non identificati.

Solo gli spiacevoli rivendicano il diritto di non essere ipocriti. Gli altri sanno tacere o sanno parlare.

E’ razzista chi difende la propria miseria. Non è razzista chi si difende dalla propria miseria.

apenna

Il tempo che usiamo per invidiare i valori altrui, sarebbe meglio occuparlo per mettere in invidia i nostri.

La ragione è sempre la forza della forza, purché non sia debole la ragione, ovviamente, perché allora la ragione si serve della forza.

Di quello che si sono tolto, i Castrati per il Regno dei Cieli possono amare solo quello che è loro rimasto: la ferita.

Le vie della vita sono infinite. Se ci passa vita, nessuna è sbagliata.

L’Uomo può elevarsi al divino, ma bisogna crederLo molto basso per poter immaginare di averLo raggiunto.

Dire per libertà civile é poter sputare sul piatto altrui. Dire per civile libertà é rifiutarsi di farlo.

Ricorda a grani sciolti la storia che non evoca il dolore di ciò che ha in memoria

Ogni foglia vibra a sé stessa

L’umanità’ che determina ciò che gli è relativo ma non ha più bisogno di chiesa.

La libertà è di chi ama le sue manette.

apenna

Ciò che è neutro verso la vita non gli è ostile ma neanche amorevole; è come una bagna cauda servita fredda.

Penso alla mente del “saggio” come penso ad un letamaio; formata da errori, è vero, eppure, messa sul campo, concima i tempi.

Si comincia a morire quando si cessa di aspirare perché si inizia a sospirare.

Intelligenza: guardiano senza manette della follia. Follia: tutto quello che esce dall’intelligenza ma non entra nel giudizio.

Vita si nasce. Nel tutto si diventa.

Bisognerebbe abituarsi a non avere per non doversi abituar a rinunciare.

La speranza è ultima a morire quando la ragione è ultima a capire.

Un commento è d’arte quando brilla di luce propria.

La ragione del silenzio: nessun potere durerà più di me.

La forza dell’Io è proporzionale all’indipendenza verso l’altro/a, e/o verso cosa propria come no.

apenna

La vita è tutto un tagliar cordoni. Si comincia con quello della nascita, e si continua per ogni rinascita.

Se la vita è ha spicchi come un’arancia, ciò vuol dire che il nostro destino è anche nello spicchio vicino.

Si solleva dalla terra delle bestie chi si rende conto di essere addomesticabile.

Il dolore è necessario maestro di vita, purché non ne diventi il boia.

La Ragione è carsica.

Il senso della colpa è croce da temere ma anche maestro da seguire.

Si può parlare di tossicodipendenza, quando una domanda di suprema emozione ha solamente il si come risposta.

Non è vero che non esiste l’amicizia. E’ vero che bisogna cambiare l’acqua ai fiori.

Il sorriso è by pass per la vita ferma al cuore.

Siamo unici tanto quanto diversi e diversi tanto quanto unici.

apenna

Nella ricerca della verità il dubbio è croce ma cireneo il discernimento.

E’ meglio vivere con paura che non vivere per paura.

La felicità esiste ed è come un bagno in acqua sempre calda. Infelicità, è bagnarci il cuore prima del dito.

Se la saggezza vedesse oltre la speranza sarebbe questa l’ultima a morire.

Il dolore è tesi della violenza e antitesi della giustizia.

Non è difficile essere felici. Basta che qualcuno voglia la tua felicità.

Quando ferma la speranza la presunzione ferma la vita.

Diventiamo possessivi quando siamo insicuri del bene dell’altro, o non sicuri di essere il bene dell’altro. Diventiamo gelosi, quando non siamo sicuri della verità dell’altro, o non sicuri di essere il vero dell’altro.

Dove non si fa in modo che bambini innocenti crescano come uomini innocenti, come distinguere chi sarà il carnefice di altri, da chi è la vittima di altri, o il carnefice di sé?

Il monaco mi ricorda il guerriero che lascia il campo di battaglia per fare l’attendente del capitano.

apenna

Quando il futuro è scuro, rinascere è futuro.

Aspira a te stesso o aspira del fumo.

Sotto la spinta di piccoli strappi alla deroga crollano anche le dighe.

Il dubbio in amore invalida l’orgasmo del corpo, della mente, del cuore.

Il silenzio è l’officina dove la mente lavora, è la stanza dove riposa, è il luogo dove risiede.

La fantasia è frizione indispensabile ai diversi.

Quando la notte è piccolina abbiamo troppo sonno o troppe attese.

L’ammissione dell’errore è uscita di sicurezza da ogni incendio.

La paranoia è malattia della mente nei derubati dalla fiducia.

Il silenzio è il porto delle parole in burrasca.

apenna

Le storie sono il cibo che l’anima giovane digerisce quando non lo è più.

Si può dire che è amore quando non usa manette.

Chi ama ciò che sa più di ciò che è, scende alla penultima stazione.

Come per i girasoli, la vita si alimenta dove si volge.

Un ideale è lume o paralume.

Il sesso è una foglia che cela una voglia di soglia.

La mente che precede i passi vede il futuro ma non i sassi.

Il piacere in amare sta al piacere in amore come una corrente prima dell’interruttore.

La violenza scalda i muscoli quando fonde la ragione.

Quando il sesso è insufficiente la ragione è deficiente.

apenna

La notte è coperta che copre dei forse.

Una comunione di vita che compensi un non – amore di sé, non è un amore; è il mutuo soccorso fra un medico ed una medicina.

Il mondo andrà meglio quando a morire ultima sarà la ragione.

Siamo diversi perché noi stessi o perché no.

Il sesso è la colla che attacca l’amante all’amore.

In arte il dolore crea bellezza come il ladro favorisce il mercato.

L’amore è come il Dorato paese. Lo raggiunge chi non bada a spese.

L’identità del represso sessuale è come una valigia. Più negazioni ci mette dentro e più fatica a chiuderla.

Discernere sulla forza violenta, discenda da Destra come da Sinistra, è come farlo con la merda. Impossibile non puzzare per la mente che ci prova.

Chi o cosa fissa l’arbitrio determina come maschio chi l’accoglie come femmina.

apenna

Ama in modo indipendente chi non delega ad altro e/o ad altri l’amore di sé.

Giorno dopo giorno aspettando un giorno.

Non è difficile perdere l’amante. Basta volerlo formare a nostra immagine e somiglianza.

Quando la ragione è orba alla vita, il sesso è cataratta che orba la ragione.

La parola è l’emozione della vita che dice sé stessa.

Chi si scotta con la zuppa soffia anche sullo jogurt (di Marius)

apenna
Non so come togliere le ripetizioni! La memoria non mi aiuta e non conosco sistema. Prima o poi qualcosa inventerò, intanto, chiedo di non farci caso.